Itinerari ad 1 ora da Ostuni

La Città di Ostuni gode di una posizione strategica, proprio nel mezzo della Regione Puglia. Con questa mini guida turistica di Ostuni Touring, vi consigliamo i luoghi più suggestivi da visitare.

Valle d’Itria

Uno dei polmoni verdi della Regione Puglia che si estende tra i Comuni di Ostuni, Cisternino, Locorotondo, Alberobello e Martina Franca
Una valle condivisa da ben 3 provincie: Brindisi, Bari e Taranto. 

Il territorio della Valle d’Itria è un territorio particolare ed a tratti suggestivo. La flora al suo interno è varia e regala dei colori magnifici, in base alle stagioni.
Si può passare dalle verdi distese di seminativo ai vigneti di Minutolo I.G.P. che si inerpicano sui terrazzamenti ai piedi di Locorotondo, le zone boschive con macchia mediterranea ed alberi di quercia da sughero della Murgia o le distese di ulivi millenari di Ostuni.

Suggestivo anche il Canale Principale del Grande Acquedotto, viadotto dei primi del 900 costruito dal Acquedotto Pugliese che si estende da Ceglie Messapica (Bosco del Ulmo) a Cisternino (Contrada Figazzano) e sul quale – dal 2014 – vi è stato realizzato un itinerario ciclabile conosciuto come Ciclovia del Acquedotto Pugliese.
Per una panoramica completa delle nostre escursioni in Valle d’Itria, clicca QUI

Polignano a Mare

Una perla con affaccio sul mare. Polignano a Mare è conosciuta per le sue lame tra cui la più famosa Lama Monachile, così chiamata poiché storicamente vi è stata certificata la presenza di Foche Monache.
Numerose anche le grotte presenti, come la Grotta delle Rondinelle.
Il centro storico di Polignano a Mare è pianeggiante e di conseguenza, di facile accesso. Suggestive sono le vedute che le sue terrazze con affaccio sul mare vi regaleranno. 
Un luogo d’interesse da visitare assolutamente se vi trovate a Polignano a Mare è l’Abbazia di San Vito. Altre tappe obbligatorie sono: la Chiesa Matrice di S. Maria Assunta, Arco Marchesale o Porta Grande, Piazza Aldo Moro, la Casa dell’ Orologio ed il monumento eretto in onore del cantautore Domenico Modugno.
Per una panoramica completa delle nostre escursioni su Polignano a Mare, clicca QUI

Locorotondo

Il piccolo borgo rotondo che domina la Valle d’Itria e che deve l’origine del nome, proprio alla sua forma circolare. Locorotondo è un luogo che incanta. I suoi piccoli vicoli vi faranno perdere tra le antiche “Cummerse” , le piccole casette in pietra costruite con posa a secco e con tetto spiovente. 
Percorrendo i suoi vicoli arriverete in Piazza Fra Giuseppe Andrea Rodio, dove vi consigliamo di visitare la Chiesa di San Giorgio Martire.
Se volete godere di un panorama mozzafiato sulla Valle d’Itria, vi consigliamo di recarvi in Piazzetta Garibaldi. Un altro angolo di paradiso che questo borgo potrà regalarvi, sono i terrazzamenti di Via Nardelli. Classici terrazzamenti agricoli, anticamente utilizzati dagli abitanti del centro per la piantumazione dei vitigni di Minutolo

Otranto

Il comune più orientale d’Italia in quanto Punta Palascia, è il punto più geograficamente ad est della penisola italiana. 

Il centro storico di Otranto è stato riconosciuto nel 2010 come patrimonio culturale del UNESCO e fa parte del club I Borghi più belli d’Italia.
La storia di questa Città è molto simile a quella di Ostuni, per via della loro storia. Anche Otranto ha visto il susseguirsi di varie civiltà: dai greco – messapi ai romani, passando per i bizantini e poi più tardi agli aragonesi con l’annessione al Regno di Napoli. Imperdibile la visita del Castello Aragonese, una passeggiata sul lungomare degli eroi o la Cattedrale anche qui consacrata a Santa Maria Assunta.
Ma la Città è famosa anche per il suo territorio extra urbano come l’Ipogeo di Torre Pinta, la Grotta dei Cervi o il Lago di Bauxite
Per una panoramica completa delle nostre escursioni su Otranto, clicca QUI

Gallipoli

Credit @Giuseppe Angelè Ph.

La “Perla dello Ionio” per via della sua posizione, è una Città estesa su due zone ben distinte: il Centro Storico ed il Borgo Nuovo.
Il centro storico fu costruito su di un isolotto di natura calcarea, è caratterizzato da case basse e strade larghe, con un percorso di circa 1,5 km. 
Il borgo nuovo invece è la parte più “giovane” della Città, che iniziò a formarsi intorno alla prima metà del 1800 ed è collegato al centro storico mediante un ponte in muratura, risalente al XVII secolo.
Ad ovest della Città sorgono tre suggestive isole conosciute con il nome di Isola del Campo, Isola dei Piccioni ed Isola di Sant’Andrea. Uno dei luoghi d’interesse che merita di essere visitato, è la Basilica Concattedrale di Sant’Agata, il Castello Angioino e la sua Cinta Muraria con i 10 bastioni.

Taranto

Credit @spreafotografia.it

Colonia spartana fondata nel VIII secolo a.C. con il nome di Taras, è la Città del Salento più esposta ad occidente.
La storia di Taranto è direttamente legata a quella della Magna Grecia in quanto sua Città più importante. Ciò si deve alla sua posizione strategica sul omonimo golfo che, storicamente, le permise di primeggiare in ambito economico, militare e soprattutto culturale. 
I luoghi d’interesse che vi consigliamo di visitare sono la Cattedrale di San Cataldo, il Ponte Girevole, il Castello Aragonese, la Fortezza de Laclos e le Necropoli greco-romane
Per una panoramica completa delle nostre escursioni su Taranto, clicca QUI

Matera

La Città dei Sassi con i suoi storici rioni – Sasso Caveoso e Sasso Barisano – scavati nella roccia, è una delle Città abitate più antiche del mondo. 
I due rioni principali furono scavati e costruiti sulla Gravina di Matera che, divide in due parti la Città. 
Al centro – a separare i due rioni – vi si trova la Civita.
Nel 1993 viene riconosciuta come Patrimonio dell’umanità dal UNESCO e nel 2019 è capitale europea della cultura. Se decidete di visitare Matera non potete assolutamente non recarvi alla Cattedrale della Madonna della Bruna e Sant’Eustachio, la Chiesa di San Pietro Caveoso e le chiese rupestri presenti nel Parco della Murgia Materana.
Per una panoramica completa delle nostre escursioni su Matera, clicca QUI

 

Leave a Reply